Author Archives: wp_8127460

LA NOSTRA PRIMA GIORNATA A SARNICO

Oggi 7 maggio ci siamo trovati a Sarnico per inaugurare “ufficialmente”  la nostra Associazione. Siamo stati ospitati dal comune di Sarnico, che ha dato il patrocinio all’iniziativa,  nella ex chiesetta di Nigrignano. A fare gli onori di casa Marina Brignoli assessore alla cultura del comune di Sarnico che ringraziamo  per la gentile ospitalità.

E’ stata una piacevole giornata,  dove si è parlato, discusso, camminato e  pranzato in compagnia.

Abbiamo presentato le  aree nelle quali si impegnerà l’associazione, è stato presentato il  progetto   di riqualificazione della ex cartiera  Mayer nel comune di Cairate (Va)  come esempio di progettualità e recupero di aree dismesse.

Grazie ai nuovi soci e a chi ha partecipato a questa giornata ! Stay Tuned !

qui troverete il filmato del progetto ex cartiera Mayer di Cairate

 

 

 

Per salvare i ciclisti occorrono tante piste ciclabili – DiarioromanoDiarioromano

Le piste ciclabili servono veramente solo alle grandi città ? Crediamo di no, ci sono piste ciclabili utilissime per collegare i piccoli centri dovre le statali sono trafficatissime e pericolose.

Dopo la morte di Michele Scarpone molti chiedono nuove leggi. Ma ciò che serve davvero sono piste riservate nelle grandi città. Il caso Roma

Sorgente: Per salvare i ciclisti occorrono tante piste ciclabili – DiarioromanoDiarioromano

L’energia solare cresce del 50 per cento nel mondo grazie a Cina e Stati Uniti | LifeGate

Nel 2016, il solare installato nel mondo è cresciuto di 76,1 nuovi gigawatt rispetto all’anno precedente. Una crescita pari al 50 per cento in più rispetto al 2015Nel 2016 la nuova potenza fotovoltaica è cresciuta di 76,1gigawatt nel mondo. Calano le nuove installazioni solari in Europa.

Sorgente: L’energia solare cresce del 50 per cento nel mondo grazie a Cina e Stati Uniti | LifeGate

L’Economia del futuro? Circolare – La Stampa

Intervista a Ellen MacArthur. Abilità personali, aspirazione, cultura, rispetto e visione. Tutte le doti di un grande LEADER. Guardate il suo intervento su TED…Ellen MacArthur è l’icona di un nuovo modello di economia che sostituisce quella lineare dove ogni cosa prodotta è destinata dopo un breve uso a diventare rifiuto. Un’idea che vale 700 miliardi di dollari. E salverà il pianeta

Sorgente: L’Economia del futuro? Circolare – La Stampa

La dieta di Reitaly

Dopo le grandi abbuffate Pasquali siete pronti per la dieta “sostenibile, sana ed energica ” di Reitaly? Eccola qui in 10 punti:

1. Acquistare prodotti locali. Anche se non tutto ciò che mangiamo può essere reperito in zona, i benefici del km zero sono innegabili. I prodotti freschi sostengono l’economia locale e abbattono le emissioni di CO2.
2. Mangiare prodotti di stagione. Un’alimentazioneche segue le stagioni è più sana, più buona e riduce i costi per l’ambiente.
3. Limitare il consumo di carne. La carne va consumata in quantità moderata poche volte la settimana, preferendo quella prodotta con zootecnica tradizionale (non intensiva) e biologica.
4. Scegliere bene il pesce. A parte rispettare la regola della taglia minima, vanno preferite le specie locali. Preferite il pesce azzurro e diversificate la scelta.
5. Evitare gli sprechi di cibo. Non è sostenibile che quasi un terzo del cibo acquistato finisca in pattumiera. Questo enorme spreco comporta un enorme impatto ambientale, oltre alla perdita economica.
6. Ridurre gli imballaggi. Non ha senso che attorno a pochi grammi di prodotto alimentare ci sia una voluminosa confezione di carta, cartone, plastica e metallo. Gli imballaggi si trasformano in rifiuti e dunque in un costo sociale. Vanno preferite le merci con meno imballaggi.
7. Evitare i cibi che contengono troppi zuccheri, sali e grassi significa migliorare lo stato di salute generale e diminuire la spesa sanitaria nazionale.
8. Bere acqua del rubinetto. È garantita sana e spesso è anche buona. Non è detto che l’acqua in bottiglia sia migliore di quella del rubinetto e se tuteliamo le falde idriche possiamo avere ottima acqua in casa.
9. Seguire una Dieta Mediterranea. La diffusione di questo modello alimentare si traduce in un aumento della domanda commerciale dei prodotti naturali (frutta, verdura, cereali, legumi) e dei loro derivati (olio, vino, pasta, pane), creando reddito e occupazione per le aziende italiane
10. Scegliere latte, latticini e uova biologiche, perché negli alimenti di origine animale da allevamento intensivo si accumulano maggiori quantità di residui chimici (pesticidi, antibiotici e così via).

Manto stradale ecologico e a bassa emissione di rumore

La UE finanzia un progetto (progetto europeo LIFE NEREiDE) per asfaltature silenziose, che riciclano pneumatici usati, che aumentano del 20% l’aderenza (gomma su gomma), che diminuisce inquinamento ed odori in fase di posa (posa a temperatura tiepida).

Il nuovo conglomerato bituminoso è frutto del progetto europeo LIFE NEREiDE coordinato dall’Università di Pisa

Sorgente: Manto stradale ecologico e a bassa emissione di rumore